Impariamo dai supermercati

Cosa ci può insegnare questo volantino?


I supermercati Esselunga sono da sempre molto fantasiosi nei loro volantini, ma aldilà del soggetto ci sono tre cose che rimangono costanti.


La prima. più grande è lo sconto, più grande ed evidente è la scritta.


La seconda, che quando ci sono queste occasioni è importante prendere l’iniziativa e raggiungere i clienti in tutti i modi possibili.


La terza, che le buone occasioni durano poco. Chi si attiva subito porta a casa, chi attende rimane a mani vuote.


E nel mondo finanziario, ogni quanto tempo ci sono queste forti promozioni?


Quelle in blu sono state delle ottime occasioni di acquisto sul mercato finanziario mondiale degli ultimi cento anni.

Tralasciando quelle più antiche, guardiamo a quelle più recenti, quelle che forse avremmo potuto cogliere o abbiamo colto:

  • 2008 – Crisi dei mutui subprime (più nota come crisi della Lehmans Brothers), promozione a sconto del 54%
  • 2000-2003 – Crisi delle aziende tecnologiche (bolla delle aziende .com),
    promozione a sconto del 46%
  • 1990 – Crisi della guerra del golfo, invasione del Kuwait da parte di Saddam Hussein, promozione a sconto del 24%
  • 1979-1982 – Seconda crisi petrolifera in conseguenza della crisi Iraniana, Khomeynī e i talebani, promozione a sconto 17%
  • 1973 – Prima crisi petrolifera i conseguenza della guerra contro Israele da parte di Siria ed Egitto (detta dello Yom Kippur ma più nota in Italia come quella delle Domeniche a piedi), promozione a sconto 40%


Da notare che la parola più comune che sentiamo nei notiziari e sulla stampa durante i periodi blu non è PROMOZIONE ma BRUCIATI… anche se non si è mai visto un falò di banconote da qualche parte.


Semplicemente passano di mano dei titoli da una persona all’altra e per uno che vende c’è per forza uno che compra cioè un pessimista vende ad un ottimista.

Il paradosso è che entrambi pensano di aver fatto un affare!


Se guardiamo bene, occasioni così non capitano così spesso e i periodi rossi sono decisamente più duraturi dei periodi blu.


Per questo quando mi chiedono se è il momento di investire sul mercato azionario rispondo che è sempre il momento di investire (naturalmente se l’ottica è quella di rimanere investiti per almeno 8-10 o più anni).


E se per caso avrai la fortuna di poter vivere un periodo blu, approfittane e fai scorta, poi spegni la tv, non ascoltare nessuno e fatti dei bei giri in bicicletta oppure dedicati alle tue passioni.
Dimenticateli e guarda il risultato dopo un bel po’ di anni, mantieni uno sguardo ottimista perché, ripeto, i periodi rossi sono sempre più lunghi di quelli blu.

Poi esistono delle tecniche di investimento che permettono anche ai più timorosi di poter partecipare a questi periodi limitando gli scossoni, è importante conoscerle.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *